prenota

CondividiAMO i nuovi menu dell'inverno

Siamo nel cuore dell’inverno, la brina ricopre il paesaggio di un manto bianco e il freddo porta con sé i nuovi prodotti di stagione, esaltati in tutti i menu di casa Alajmo.

Partiamo dalla laguna dove vi invitiamo a scoprire la “variopinta, leggera, salutare, festosa” cucina di AMO, secondo la visione di Max, dove in ogni piatto si evidenzia l'indissolubile legame con la città di Venezia. Le portate, disposte in mezzo al tavolo, creano un senso di convivialità tra i commensali.

Sul sito potete trovare le prime foto.

Per visualizzare le proposte del menu, cliccate qui.
Per prenotare un tavolo, cliccate qui.


Sempre a Venezia al Ristorante Quadri, tra gli antipasti il piatto Baccalà Baccalà Baccalà (polentina al fumo, baccalà mantecato e caviale gole di baccalà fritte con carciofini salsa d’aglio nero trippette di baccalà alla parmigiana) rende omaggio a un tradizionale prodotto veneziano. Per passare ad un antipasto di carne, la battuta arrotolata con radicchio, misticanza e salsa al curry.

Tra i primi, dedicato alle verdure di stagione, troviamo la Lasagnetta con gli ortaggi d’inverno e balsamella alla curcuma e i Gocciolati di zucca ricotta e tartufo nero in brodo speziato.

Seguono i secondi come l’Uovo in camicia con spinaci e fonduta di zucca al tartufo nero e il Cuore di costata alla brace con purè di rapa rossa crema di porri affumicati e radicchio alla rosa.

La nota dolce giunge con la Crostatina di pere al caramello seguita dal Gran gelato alla nocciola o da un Tiramisù leggero.

Per scoprire le altre novità in carta cliccate qui.
Per prenotare un tavolo cliccate qui.

A Padova, a Le Calandre, nel nuovo menu dell’inverno oltre ai grandi classici troviamo le nuove creazioni di Max come il fiocco di cavolfiori al caviale con astice e zuppetta al tartufo nero, un piatto senza latticini o pane e olio, una ricostruzione aromatica molto intensa.

Seguono i primi come i paccheri con scampi, cime di rapa salsa di pistacchi e bottarga o un risotto con cicoria e orzo.

Nei secondi i colori sono protagonisti in un calamaro al nero su fondo rosso. Passiamo ad uno dei secondi di carne come il lombo di agnello con insalata di carciofi, salsa di parmigiano, pesto di liquirizia e aglio nero.

Nei dolci non poteva mancare il nuovo gioco al cioccolato 2017, intitolato Intro e poi due desserts dai nomi curiosi come bacca gialla e bacca rossa, due sfere con all'interno dei sorbetti di frutta con base leggermente alcolica dalle note rinfrescanti.

Per scoprire gli altri nuovi piatti di Max, cliccate qui.
Per prenotare un tavolo, cliccate qui.

Naturalmente ricca la proposta green de La Montecchia a cominciare dal carpaccio di barbabietola e sedano rapa con radicchio di Treviso e la crema di pastinaca con carote e salsa d’arancia entrambi vegani, senza glutine e latticini.

Nei primi alla terra si unisce il mare nei tortelli di zucca e zenzero con frutti di mare mentre nei secondi un altro piatto senza glutine, latticini e vegano è la verza grigliata con il suo brodo alla mela, crema di tofu alle spezie e spaghetti di soia ai funghi e ginepro. Sempre tra i secondi un classico, rivisitato per la stagione, è la coscia d’oca caramellata al mandarino con purè di sedano rapa e salsa ai pepi.

Si termina con i dessert come il mandarino mandorlato senza latticini e tre foglie al cioccolato.

Per scoprire le altre novità in carta cliccate qui.
Per prenotare un tavolo cliccate qui.

Rimanendo sempre a Padova anche a Il Calandrino il menu si arricchisce di nuovi piatti come la pjzza croccante con culaccia burrata e carciofi; i tortelli di rapa rossa e roquefort; sogliole con salsa di seppie in tecia e polenta e per dessert il sorbetto di melograno all’aceto con purea di mele cotogne.

Per consultare il menu, cliccate qui.
Per prenotare un tavolo, cliccate qui.

Anche a Parigi da Caffè Stern il menu rende omaggio ai sapori e ai colori dell’inverno partendo dagli antipasti dove troviamo l’esaltazione del pesce in una Pjzza al vapore con crudo di gamberi, tartufi di mare e bottarga di muggine oppure una "zuppa del cavolo”, gioco di parole che riporta lo spirito ironico di Max con cavolo rosso con sorbetto di barbabietola al fumo, curry nero e pane biscotto cotto a legna.

Nei primi ritorna un grande classico, Spaghetti alla carbonara all’olio extravergine di oliva e un richiamo alla tradizione veneta con il Risotto con i fegatini e cipolla fritta.

Giungiamo ai secondi con la Coscia d’oca arrostita con salsa al malto d’orzo e verze stufate alle spezie oppure il Carre’ d’agnello in crosta morbida all’estragone con patatine tostate e purè di zucca.

Deliziamoci infine con i dessert come il Panettone alle spezie gialle e agli agrumi o il Cioccolato nocciola e caffè in tazza.

Per scoprire le altre novità in carta cliccate qui.
Per prenotare un tavolo cliccate qui.

Slice 1 Created with Sketch. Slice 1 Created with Sketch.